Riviste scientifiche

Le riviste scientifiche cartacee costituiscono una parte consistente del nostro patrimonio documentario, anche se oggi la loro consultazione è stata in parte superata dalla "rivoluzione digitale" che le ha rese disponibili online dalle postazioni informatiche.

Tuttavia la copertura digitale non è totale, specialmente per le annate più vecchie. Il patrimonio cartaceo dunque rappresenta tuttora una fonte preziosa di informazioni per la ricerca e la didattica.

Le riviste sono collocate in ordine alfabetico in una sezione della biblioteca non direttamente accessibile al pubblico e devi rivolgerti al personale per visionare i fascicoli. Possono essere solo consultate e non sono ammesse al prestito.

Attualmente la Biblioteca è abbonata a una sola rivista cartacea, Herbalgram; sono invece stati sottoscritti numerosi abbonamenti in formato elettronico con contratti pluriennali con i maggiori editori scientifici. 

Le riviste cartacee in magazzino ammontano a circa 250 titoli per oltre 1000 annate complessive