Un po' di storia

 

La nostra biblioteca è intitolata ad Ascanio Sobrero, chimico e medico italiano (Casale Monferrato 1812 – Torino 1888). Egli fu il primo a sintetizzare la nitroglicerina e il sobrerolo.

Nel 1843, rientrato in Italia dopo un soggiorno in Francia e in Germania durante i quali capì la sua vocazione per la chimica, scoprì il guajacolo (C7H8O2) un medicinale usato nelle affezioni respiratorie.

E' del 1847 la sua scoperta della nitroglicerina, il più potente di tutti gli esplosivi. Sosteneva che usata in soluzione alcolica, in piccole dosi di 0,5 o 1 milligrammo, dopo 2 minuti sviluppasse un’azione dilatante dei vasi utile nella cura dell’angina pectoris e dell’emicrania.

Fu però lo svedese Alfred Nobel a imbrigliare il potere della nitroglicerina trattandola con polvere inerte e creare così la dinamite. 
Nel 1851  il chimico torinese, attraverso l' ossidazione fotochimica dell’essenza di trementina, ottenne l’idrato di pirrolo, chiamato poi in suo onore Sobrerolo  ancora oggi usato come stimolante respiratorio. 

Fu anche membro dell'Accademia Nazionale delle Scienze. Alfred Nobel,  divenuto ricco grazie alla nitroglicerina, gli fu sempre riconoscente e gli corrispose un vitalizio quale ringraziamento.